TID - The Network for Design Lovers
Italiano Inglese Russo
Limantos: sentirsi a casa in Brasile
share:
Like Like

Due anni di lavoro e 830 mq di superficie per una casa. Non una semplice casa, ma Limantos, un vero progetto architettonico, realizzato dallo Studio Fernanda Marques Arquitetos Associados a San Paolo, in Brasile.
Il cantiere partiva in discesa, e che discesa: ripida e costellata di vegetazione. Proprio qui si trova Limantos, un modello di abitazione a prima vista semplice e “naturale”, in realtà esito di studi attenti e occhi esperti.
Il progetto gioca su alcuni elementi chiave: le forme geometriche della struttura, l’uso dominante, tra i materiali, del vetro, e la forte integrazione con il paesaggio circostante. «Lavorare al limite tra la massima trasparenza e il livello di privacy ideale per ogni spazio era la mia sfida più grande», dichiara l’architetto di San Paolo. «C’era anche la necessità di inserire la casa nell’ambiente, di rispettare la vegetazione pre-esistente, e, ovviamente, di non sottovalutare la pendenza del suolo», aggiunge. 

Di qui la scelta di neutralizzare la separazione tra dentro e fuori, grazie proprio al vetro, capace di catturare al meglio la luce e creare una vista spettacolare da diversi punti di vista.
All’interno, secondo Fernanda Marques, si trattava di disporre le camere e articolare gli spazi attorno a elementi focali, come lo specchio d’acqua all’ingresso, la parete gialla che attraversa l’intero edificio e la scala a chiocciola che dà l’accesso al piano rialzato. Quest’ultimo è dedicato all’intrattenimento e al relax: raccoglie la sala multimediale, la sala fitness e luoghi che invitano alla pausa, come il balcone e il camino.
Il piano inferiore, invece, è la zona giorno e notte per la famiglia: tre suite, bagni, cabina armadio; sala da pranzo (che si apre direttamente all’esterno e che è collegata a un infinito bordo piscina e al giardino laterale) e sala giochi. Quasi interamente racchiusa da pannelli vetrati, la casa sembra essere immersa nel paesaggio circostante. Ma questo non elimina quel senso raccoglimento e calore che ci si aspetta da un’abitazione familiare, ottenuto con luci soffuse, soffitti a doppie altezze e finiture in legno. «In fondo – dice Marques - una casa deve sapere di casa».

INFO: www.fernandamarques.com

PHOTO COURTESY: Fernando Guerra


Articolo di

Scroll to Top