TID - The Network for Design Lovers
Italiano Inglese Russo
Jerry House: un interior design a tutto movimento
share:
Like Like

Un progetto di interior design deve rispondere ai desideri dei committenti e questo particolare progetto firmato dallo studio thailandese Onion è un perfetto esempio di tale risultato. Situata a Cha Am Beach, la Jerry House è un’ampia casa di design di villeggiatura di ben 435 metri quadri che i proprietari volevano rendere uno spazio dinamico e giocoso che lasciasse loro piena libertà di movimento, cosa ben più difficile nel loro appartamento in città. Avendo quattro figli, il loro obiettivo era creare una casa di design dove potersi riunire con amici e famiglia, ma soprattutto dove i bambini potessero esprimersi fisicamente a loro piacimento, correndo, arrampicandosi e divertendosi.

Per incontrare i curiosi requisiti della famiglia, lo studio Onion si è ispirato a un cortometraggio di Tom & Jerry degli anni Quaranta, da cui il progetto prende il nome: lo scopo finale era quello di offrire uno spazio di design dove il topolino Jerry potesse fuggire liberamente dal suo predatore. Il risultato è stato ottenuto implementando i passaggi verticali che prima consistevano nella scala che collegava la sala centrale ai piani superiori. Lo sviluppo verso l’alto è stato affiancato da quello in orizzontale grazie a un sistema di reti su cui saltare che attraversa la struttura metallica che porta all’ultimo piano.

Un altro passaggio interessante è quello della camera al terzo piano, dove i letti sono collocati all’interno di nicchie raggiungibili sempre attraverso gradini o scale, e preceduti da un piccolo tunnel (volutamente a misura di bambino) che consente alla stanza una piccola privacy in più. I passaggi non sono il solo modo di offrire un’esperienza unica, come dimostrato dai giochi di specchi e ancora dalla scelta dei colori, che vede il bianco tingere le aree pubbliche come salotto e sala da pranzo, e diversi toni accesi tingere le zone dedicate a ciascun bambino.

INFO: www.onion.co.th

PHOTO COURTESY: W workspace : Wison Tungthunya


Articolo di

Scroll to Top